Cicatrici cheloidi

Che cosa sono le cicatrici cheloidi?

Le cicatrici cheloidi sono considerate come la tipologia di cicatrice più temuta, in quanto regrediscono in maniera molto complicata e la loroasportazione è tutt'altro che semplice. Ma che cosa si intende, precisamente, per cicatrici cheloidi?


Il cheloide è una  particolare cicatrice ipertrofica che continua a crescere indedinitamente  oltre i limiti della ferita originale coinvolgendo anche la cute sana, è una  cicatrice tumorale (benigna) o neoplasma data da una massa inerte di tessuto  collagene. il cheloide insorge preferibilmente in persone dalla pelle scura  oppure in persone predisposte su ferite chirurgiche o accidentali, su acne o  addirittura spontaneamente. il cheloide e sempre dolente ed eritematoso.  


Esiste inoltre la cicatrice atrofica che ha l'aspetto  di una regione depressa rispetto alla cute sana circostante e con un tessuto  cutaneo molto più sottile della norma. spesso avviene in regioni in cui manca  il tessuto sottocutaneo o in regioni di ferite sottoposte a particolare  tensione.



Inutile dire che le cicatrici cheloidi rappresentano un difetto estetico tutt'altro che indifferente, e se presenti in parti del corpo piuttosto esposte, ancor di più se sul viso, inevitabilmente possono essere vissute con grande disagio psicologico da parte della persona.


Oltre all'aspetto prettamente estetico, le cicatrici cheloidi si accompagnano spesso a dei pruriti e a dei fastidi che difficilmente si rintracciano, invece, in cicatrici di altro tipo, come ad esempio le cicatrici bianche.


Le cicatrici cheloidi possono essere causate da diversi aspetti, come ad esempio eventi traumatici, tagli, ustioni, oppure possono essere dovute a degli interventi chirurgici di varia natura.


Come detto, i rimedi per le cicatrici cheloidi non sono semplici, ed al contrario delle cicatrici bianche il più delle volte non è sufficiente utilizzare pomate, creme o altri prodotti specifici per le cicatrici.


Per contrastare questo problema della cute si usa di solito effettuare delle infiltrazioni cortisoniche oppure degli interventi chirurgici di rimozione, anche se non di rado la cute trattata tende a recidivare, talvolta anche in forma ancor più grave.


Insomma, per curare al meglio le cicatrici cheloidi è fondamentale il supporto di un medico specializzato, il quale possa valutare attentamente le caratteristiche della cicatrice e della cute del soggetto per suggerire i trattamenti più utili alla causa.


Top News

Promozione Mederma

Annunci pubblicitari