Le Cicatrici

Le cicatrici da addominoplastica dopo un intervento di chirurgia estetica

Trattamenti topici e non invasivi sono disponibili per migliorarne l’aspetto

Una cicatrice sull’addome può essere il risultato di un trauma, di un intervento chirurgico, un’appendicectomia o cicatrici da addominoplastica.
Le cicatrici da addominoplastica si presentano dopo un intervento di chirurgia estetica quindi sono vere e proprie cicatrici post intervento chirurgico. La pelle dell’addome può raggrinzire e arrossarsi nel periodo in cui si attivano i processi di ricostituzione e riparazione del tessuto, dopo l’intervento. Per fortuna, la pelle dell’addome  è abbastanza facile da trattare perché sia con la rimozione delle cicatrice che con un trattamento topico si possono raggiungere dei risultati soddisfacenti.

Un dermatologo o un chirurgo plastico possono consigliare quale sia il trattamento più idoneo.
La Chirurgia dell’addome può lasciare delle cicatrici che possono durare per tutta la vita. La Pelle del tessuto cicatriziale apparirà di diverso colore e consistenza rispetto alla pelle sana.
Le Cicatrici derivanti da procedure chirurgiche tenderanno ad essere più profonde e più persistenti rispetto a quelle derivanti da lesioni lievi. Liberarsi di cicatrici da addominoplastica può essere una sfida.

Trattamenti topici e non invasivi sono disponibili per migliorarne l’aspetto e alla fine farle svanire del tutto, tra questi i più diffusi sono:

  • Indumenti a pressione. Dopo un intervento per ridurre il rischio che si formino cicatrici da addominoplastica, si dovrebbero indossare indumenti che esercitino una pressione attorno all’addome per aiutare a fermare la formazione della cicatrice. Se le cicatrici da addominoplastica  diventano un cheloide, che non è altro che una cicatrice ipertrofica che si presenta come gonfia, il medico può suggerire di indossare degli indumenti compressivi per inibire lo sviluppo di una cicatrice spessa. Gli indumenti indossati che esercitano una pressione sull’addome, possono essere facilmente coperti con vestiti.

  • Cerotti al silicone. Si potranno usare i cerotti di silicone per le cicatrici per aiutare a mantenere la cicatrice morbida, ridurre i tempi di guarigione ed eventuali ispessimenti del tessuto cicatriziale.

  • Peeling chimico. I peeling chimici usano sostanze chimiche come i retinoidi che se applicati sulla pelle agiscono come una scottatura solare. Con questa reazione cutanea si eliminano le cellule epidermiche vecchie, la pelle danneggiata si rinnoverà, lasciando spazio allo strato epidermico meno superficiale dove la pelle è più sana. Le applicazioni di sostanze per il peeling deve essere ripetuta e il risultato finale sarà quello di avere un cicatrice schiarita e meno visibile. Si deve però essere consapevoli e disposti ad affrontare gli effetti collaterali a volte dolorosi, del bruciore provocato dall’applicazione di prodotti per il peeling.

  • Fillers. Per le cicatrici che si presentano profonde, i filler di collagene iniettabili possono contribuire  a rimpolpare la cicatrice in modo che sia meno evidente. Il dermatologo deciderà quale tipo di filler è il migliore per le cicatrici di addominoplastica. A volte, per il rimpolpamento della cicatrice si potrebbe anche usare il proprio grasso.

  • Chirurgia. Con un chirurgo plastico  si potrà anche prevedere di parlare di un intervento di chirurgia plastica chirurgico della cicatrice. A seconda delle dimensioni e della visibilità della cicatrice, si potrebbe rimuovere  chirurgicamente e poi rimpolpare la pelle mancante  con un innesto di pelle presa da altre zone del copro. Questo tipo di intervento funziona meglio per cicatrici molto estese, non si avrà la scomparsa delle cicatrici , ma si potrà facilmente migliorarne l'aspetto.

  • Vitamina E. Applicazioni di olio di vitamina E sulla cicatrice ogni mattina e sera fino a quando il suo aspetto migliora, potrebbe essere un rimedio naturale ed economico per ridurre la visibilità delle cicatrici da addominoplastica. La vitamina E è un potente antiossidante che aiuta a nutrire e migliorare l'aspetto della pelle.

  • Massaggi con burro di cacao applicato sulla cicatrice ogni giorno. Gli Emollienti nel burro di cacao aiutano a rompere il tessuto cicatriziale e migliorare la superficie della pelle.

  • Creme. L’uso di una crema per il trattamento delle cicatrici da addominoplastica deve essere fatto ogni giorno. Si devono seguire le indicazioni e le istruzioni d'uso fino a quando la cicatrice comincia a svanire. Vecchie cicatrici possono richiedere un periodo di trattamento più lungo.

  • Laser. Parlate con il vostro dermatologo circa la rimozione della cicatrice da addominoplastica con il laser. Questa procedura non invasiva utilizza raggi laser per la eliminare il tessuto cicatriziale. Il numero di applicazioni dipenderà dalla dimensione e la gravità della tua cicatrice.

Le soluzioni ci sono, occorrono tempo, pazienza, il prodotto giusto o il trattamento giusto e si possono raggiungere dei risultati soddisfacenti nel miglioramanto delle cicatrici da addominoplastica. 



ALTRI ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI...

Chirurgia estetica e prezzi: le tariffe medie degli interventi...

Chirurgia estetica maschile: quali sono gli interventi più...

Chirurgia per cicatrici: quali sono gli interventi più efficaci?