Le Cicatrici

Mastoplastica additiva e cicatrici: possono formarsi? Come eliminarle?

Perchè la mastoplastica additiva causa cicatrici?

La mastoplastica additiva causa cicatrici, e questo è uno degli aspetti che spesso preoccupano le donne che hanno in mente di sottoporsi a questo tipo di intervento. Ma andiamo per gradi, e cerchiamo di capire anzitutto che cos'è la mastoplastica additiva.


La mastoplastica additiva è un intervento chirurgico che riguarda il seno, precisamente si tratta dell'intervento più diffuso in assoluto per quanto riguarda questa parte del corpo, dal momento che consiste nell'aumentare il volume del seno, rendendono anche più sodo ed esteticamente più piacevole.


Per quel che riguarda i trattamenti di chirurgia estetica che possono riguardare il seno, la mastoplastica additiva è sicuramente quello più diffuso in assoluto: il desiderio di avere un seno più prosperoso e di sfoggiare così una silhouette più femminile accomuna molte donne.


Altri interventi chirurgici che possono riguardare il seno sono la mastopessi, un particolare intervento che migliora l'estetica del seno rendendolo, sostanzialmente, più tonico e più sodo, pur senza modificarne il volume, e la mastoplastica riduttiva, un intervento sostanzialmente opposto alla mastoplastica additiva che si rende necessario nel caso in cui un seno particolarmente grande sia causa di fastidi alla schiena o disturbi posturali, oppure nel caso in cui, semplicemente, sia fonte di disagio e di imbarazzo per la donna.


E' utile premettere che, trattandosi di un intervento di chirurgia estetica, è necessario che la persona che vi si sottopone abbia una piena consapevolezza del passo che sta compiendo, e non scelga di intervenire per ragioni effimere; da questo punto di vista si rivela assolutamente indispensabile il colloquio preliminare che coinvolge la paziente ed il chirurgo che dovrà eseguire l'intervento.


L'intervento di mastoplastica additiva consiste sostanzialmente nel collocare a livello sottocutaneo delle apposite protesi, in grado di aumentare il volume del seno facendo in modo che rimanga quanto più possibile simile al seno naturale, non solo a vista ma anche al tatto.


Ovviamente, le protesi in questione devono essere atossiche e devono poter essere contenute, a livello sottocutaneo, senza alcun problema e senza la possibilità che possano insorgere degli effetti indesiderati.


E' inevitabile, dunque, che il medico chirurgo operi dei tagli sulla cute. Le soluzioni sono diverse, ed il professionista può effettuare dei tagli al bordo dell'areola, delle incisioni sottomammarie, oppure anche delle incisioni ascellari. A prescindere da quale sia la soluzione per cui il chirurgo deciderà di optare, dunque, i tagli cutanei sono indispensabili, e l'ipotesi che vengano a formarsi delle cicatrici è tutt'altro che remota.


Rendere poco visibile la cicatrice rientra sicuramente tra le abilità del chirurgo, in ogni caso nella mastoplastica additiva le cicatrici tendono a regredire in maniera piuttosto rapida, e sono dunque visibili solo a poca distanza dalla cute.


Ad ogni modo, una volta terminata l'operazione chirurgica, la persona può utilizzare delle creme per cicatrici specifiche in grado di far regredire in maniera ottimale la cicatrice e renderla il meno evidente possibile.


Proprio perchè, come accennato, le cicatrici da mastoplastica additiva non sono certamente tra le più vistose, questi difetti della cute si prestano in modo ottimale ad essere contrastati attraverso prodotti per uso topico, come è il caso appunto delle creme e dei gel specifici.


Questi prodotti rappresentano una soluzione di ultima generazione per quel che riguarda il contrasto alle cicatrici, che si tratti di cicatrici dovute ad interventi chirurgici, come in questo caso, oppure piuttosto di cicatrici dovute ad eventi traumatici, acne o altre cause ancora.


Attraverso un semplice utilizzo topico, dunque, la pelle può tornare ad essere impeccabile.


Nella mastoplastica additiva le cicatrici visibili sono da evitare proprio perchè, ovviamente, sono un segno evidente di un'operazione che la persona potrebbe preferire nascondere; è comprensibile dunque che una donna desideri cancellare dalla cute, in questi casi, anche il più piccolo difetto che possa lasciare intendere, appunto, che il proprio seno è stato sottoposto ad interventi di chirurgia estetica.




ALTRI ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI...

Post mastoplastica additiva: c'è il rischio di cicatrici?

Mastoplastica additiva e costi relativi

Cicatrici da mastopessi: cosa sono?