Le Cicatrici

Cicatrici varicella


La varicella, malattia infettiva esantematica, colpisce i bambini soprattutto in età scolare.
Congiuntamente alla rosolia, al morbillo, pertosse e parotite, la varicella rientra tra le malattie più contagiose dell’infanzia, che colpisce i bambini tra i 5 e i 10 anni.
La varicella si manifesta con un intenso prurito e vesciche su gran parte del corpo, incluso il viso. Questa malattia infettiva è nota particolarmente i poco graditi esiti cicatriziali che può lasciare sul corpo.

Cicatrici varicella: come si manifesta la malattia

Il periodo di incubazione della varicella può durare dalle 2 alle 3 settimane. La malattia esordisce con febbre leggera e lievi sintomi generali come mal di testa o malessere.
Dopodiché si manifesta il suo sintomo inconfondibile: vesciche piene di liquido che causano un intenso prurito nelle zone interessate.

La complicazione della varicella è dovuta alla comune reazione di qualunque soggetto colpito, ovvero l’istinto naturale di sfregare la pelle per dare un momentaneo sollievo dalla sensazione di prurito. Grattarsi in prossimità delle vesciche può originare delle vistose lesioni, in alcuni casi difficili da eliminare.

In media, le vesciche pruriginose hanno una durata che non supera i 5 giorni, dopodiché si seccano dando origine a croste. Sarà opportuno non sollecitarne la caduta per evitare la comparsa di lesioni da varicella.

 

Cicatrici varicella: perché si formano?

La comparsa degli esiti cicatriziali da varicella è da attribuire, quindi, non solo allo sfregamento della pelle durante la fase iniziale, ma anche al sollecitamento delle croste nella fase finale della malattia. Nonostante ciò, una cura attenta e gli opportuni accorgimenti possono comunque manifestarsi degli esiti cicatriziali visibili.

Le lesioni causate dalla varicella possono essere un semplice assottigliamento dell’epidermide, che scompariranno con la crescita, o vere e propri esiti cicatriziali permanenti che potranno essere attenuate con prodotti topici immediatamente dopo la loro formazione.

 

Cicatrici varicella: cosa fare e quali sono i rimedi?

Quando si viene contagiati da questa malattia, il primo passo è cercare di mantenere la pelle idratata per tutto il decorso della malattia e utilizzare creme e unguenti lenitivi capaci di dare sollievo al soggetto. Inoltre, esistono degli utili rimedi naturali che permettono di alleviare il fastidioso prurito, come i bagni rinfrescanti al mentolo, facendo però attenzione: se la varicella colpisce i bambini, il discorso si complica, perché alcuni prodotti potrebbero essere aggressivi per la loro pelle. Perciò, viene consigliato di utilizzare prodotti più leggeri, come le creme a base di ossido di zinco, sotto consiglio del medico curante.

Se nessun accorgimento è stato sufficiente e sono comparse le lesioni da varicella, è giunto il momento di lavorare per migliorare la loro visibilità, come trattarle?  

In commercio ci sono molte creme e soluzioni adatte ai segni della varicella, come quelle a base di ossido di zinco, oppure creme specifiche, come quelle che mirano allo schiarimento dell’epidermide.

Se nessuna soluzione ad uso topico è stata sufficiente per attenuare la visibilità delle lesioni da varicella, esistono soluzioni di medicina estetica, attuate da professionisti del settore.

 

Cicatrici varicella: le soluzioni di medicina estetica

Gli esiti cicatriziali da varicella difficili da eliminare possono essere trattate con appositi trattamenti di medicina estetica, tra questi ricordiamo:

  • Microdermoabrasione: questo trattamento è solitamente indicato per le smagliature, che sono a tutti gli effetti degli esiti cicatriziali Utilizzando questa tecnica andiamo ad asportare lo strato superficiale della pelle, l’epidermide. Questo comporta una stimolazione alla produzione di collagene. Per vedere risultati sui segni della varicella con questo trattamento sarà opportuno effettuare diverse sedute.
  • Peeling chimico: il peeling chimico è un trattamento estetico che prevede l’esfoliazione epidermica, mirata ad eliminare gli strati danneggiati della pelle e stimolando gli strati cutanei più integri. Il peeling consente di stimolare la produzione naturale delle sostanze utili alla pelle come il collagene.
  • Laser resurfacing:è un trattamento per ridurre le irregolarità della pelle del viso mediante l’uso di fasci di luce sulla pelle che presenta le irregolarità, eliminandole strato dopo strato. È una procedura che può essere svolta ambulatorialmente.
  • Needling: è un trattamento mini-invasivo che mediante uno strumento o roll composto da tanti aghi sottili crea dei forellini nella pelle stimolando, così, il naturale processo di guarigione della pelle e di produzione del collagene.

Grazie ai trattamenti di medicina estetica è possibile di notare notevoli miglioramenti nella condizione dei segni della varicella.

 

Cicatrici varicella: la prevenzione

Prevenire la comparsa dei segni della varicella è possibile, seguendo dei semplici consigli e accorgimenti per attutire il fastidio del prurito:

  • Indossare vestiti larghi in puro cotone che permettano alla pelle di respirare
  • Utilizzare creme e lozioni lenitive che facciano bene al prurito
  • Evitare l’uso di antibiotici
  • Tagliare le unghie

Seguendo questi pratici consigli sarà possibile attutire l’impatto che la varicella avrà sul vostro corpo.