Le Cicatrici

Olio di iperico usi

L’olio di iperico si ottiene dalla macerazione dei fiori di Hypericum perforatum. Viene chiamato erba di San Giovanni perché il giorno di raccolta dei fiori corrisponde al giorno dedicato a questo santo, il 24 giugno.

L’olio di iperico è stato impiegato fin dall’antichità per via delle sue proprietà cicatrizzanti ed emollienti, capaci di stimolare la rigenerazione cellulare.
L’olio di iperico è un vero e proprio toccasana per quasi tutti i problemi della pelle.


È da sempre usato per la cura di:

-        Ustioni,

-        Eritema solare,

-        Macchie della pelle,

-        Psoriasi,

-        Secchezza della cute del viso e del corpo,

-        Invecchiamento cutaneo,

-        Piaghe da decubito,

-        Smagliature,

-        Cicatrici,

-        Segni provocati dall'acne.

È considerato un vero e proprio trattamento di salute, uno dei più forti esistenti in natura. Inoltre, possiede un’azione analgesica sui dolori articolari.

 

L’olio di iperico a cosa serve?

È un olio vegetale dotato di una forte azione cicatrizzante. Comunemente noto come “l’olio della casalinga” è particolarmente efficace nei casi di ustioni, scottature e piaghe da decubito.
L’olio di iperico, ricco di carotene e flavonoidi, serve nei casi in cui si ha la necessità di lenire le ferite.

L’olio di iperico è ricco di proprietà:

-        Lenitive

-        Astringente: ideale per il trattamento di acne e couperose

-        Cicatrizzante

-        Stimola la rigenerazione cellulare

L’olio di iperico viene inoltre utilizzato in molte creme antietà vista la sua capacità di stimolare la rigenerazione cellulare.
È possibile usarlo anche da solo tamponando qualche goccia sul viso prima di andare a dormire per ottenere un effetto anti-età.


L’olio di iperico a cosa serve: gastrite, gengivite e infezioni del cavo orale

Viste le innumerevoli proprietà di questo olio, non deve stupire che può essere anche ingerito sotto forma di compresse per combattere l’acidità gastrica, le gengiviti e le infezioni del cavo orale come la stomatite. Inoltre, ha proprietà anestetiche e spalmato sui denti serve a calmare il dolore, anche se per poco tempo.


L’olio di iperico a cosa serve: eritemi solari, psoriasi e arrossamenti  

Le sue proprietà lenitive lo rendono ideale per il trattamento del dolore causato dagli eritemi solari, ad esempio può essere utilizzato dopo una giornata di mare per lenire la pelle scottata e dormire in tranquillità. Inoltre, è ideale per chi soffre di psoriasi perché serve per idratare a fondo l’epidermide e dare sollievo a chi ne soffre. Viene utilizzato anche come lenitivo per chi è affetto da emorroidi. Anche i neonati possono trarre beneficio dall’olio di iperico perché può essere usato per lenire i rossori del pannolino.


L’olio di iperico a cosa serve: ferite e cicatrici

Particolare interessante di quest’olio è la funzione che riesce ad esercitare sulla pelle lesa. Difatti, utilizzato tutti i giorni sulle cicatrici serve a diminuirne l’evidenza.


L’olio di iperico a cosa serve: le ustioni

L’olio di iperico con le sue funzioni lenitive è ideale per il trattamento delle ustioni (se l’ustione è di grave entità è bene recarsi al pronto soccorso).
Affinché le sue proprietà si evidenzino al massimo è opportuno applicarlo direttamente sulla parte lesa e sulle piaghe provocate dall’ustione per calmare il dolore. Grazie a questo la cicatrizzazione avverrà più facilmente perché non saranno presenti i raggrinzamenti tipici delle cicatrici da ustioni.

Nelle ustioni di primo grado sono sufficienti poche applicazioni per risolvere il problema.

Nelle ustioni di secondo grado (dopo aver consultato o essersi fatti vedere dal medico), l’olio di iperico serve ad impedire la necrosi della pelle che si solleva in seguito alla formazione di bolle d’acqua. Infatti, grazie all’ipericina si arresta il processo di essudazione che accresce le vesciche.
Oltre all'ipericina, l'olio di iperico contiene flavonoidi, tannini e floroglucinolici. Gli straordinari benefici dell'olio di iperico, infatti, non derivano da un singolo principio attivo contenuto nella pianta, ma dall'azione sinergica di tutti i suoi principi.

Nelle ustioni di terzo grado l’olio di iperico serve da vasoprotettore e diminuisce la permeabilità vasale arrestando la trasudazione delle aree ustionate. Permette una cicatrizzazione veloce senza infettare le piaghe.

Esistono delle controindicazioni all’utilizzo dell’olio di iperico ?
Questo potente olio, dalle proprietà quasi miracolose, nonostante faccia tanto bene alla pelle e non solo, ha anche degli aspetti negativi. Quali? L’olio di iperico interferisce con l’azione di determinati farmaci o, addirittura, è capace di annullarne l’effetto. Per questo motivo, prima di utilizzare questo rimedio naturale, se si sta seguendo una terapia farmacologica è bene avvisare il proprio medico per sapere se esistono delle possibili interferenze

Particolarmente, è un olio che non va assunto mentre si prende la piccola contraccettiva o mentre si assumono determinati antidepressivi. Inoltre, da tenere nota che è un olio che causa una fotosensibilizzazione della pelle, motivo per cui è bene utilizzarlo solo la sera prima di andare a letto e non prima di un’esposizione al sole per evitare bruciori.