Le Cicatrici

Schiarire le cicatrici scure

Sono uno degli inestetismi più diffusi in tutto il mondo: almeno 3 persone su 5 presentano le presentano, più o meno visibili. Cosa fare quando queste assumono una colorazione scura e diventano più visibili?

 

Le ferite non sono tutte uguali e ciascuna richiede una cura particolare per guarire adeguatamente e cicatrizzare in modo corretto.

Tra le cause più comuni risultano esserci:

-        Abrasioni

-        Scottature

-        Laser

-        Chirurgia

Quando la pelle viene danneggiata, la lesione che ne deriva può comportare disagi e fastidi per chi la presenta. Prurito, dolore, malessere sono tra i sintomi più comuni tra coloro che presentano ferite o abrasioni.

La cosa più importate è curare adeguatamente la propria pelle per evitare la formazione di segni scure o cheloidi, perché la qualità della riparazione della pelle agisce direttamente sulla cicatrizzazione.

Cosa non bisogna sottovalutare durante il processo di cicatrizzazione?

Prima cosa da considerare è il punto esatto in cui avverrà la cicatrizzazione, questo perché la nostra pelle non cicatrizza ugualmente in tutti i punti, alcune aree hanno più difficoltà di altre a causa della sensibilità della zona.

Ad esempio, una ferita sulla schiena ha maggiori probabilità di diventare un segno scura o una cheloide.

Ma non solo, è da considerare anche il fattore genetico, perché visualizzando come cambiano quelle più vecchie, si può valutare il rischio di una cicatrice scura e brutta in futuro.

Il processo di cicatrizzazione non avviene seduta stante ma è un processo che dura svariati mesi nel corso dei quali i segni cambiano costantemente di dimensione, forma e colore, fino a stabilizzarsi.

Come si può riconoscere un processo di cicatrizzazione anormale?

Per riconoscere una brutta cicatrizzazione è innanzitutto necessaria una costante attenzione verso l’area interessata. Se la cicatrice, specialmente di origine chirurgica, cambia colore o il tessuto cicatriziale si allarga oltre i bordi della ferita, in quel caso possiamo affermare di essere di fronte ad una cicatrizzazione anormale. Generalmente, condizioni così comportano la formazione di cheloidi. Il processo può essere molto lento ma non è irreversibile.

Grazie alle nuove tecnologie e ai trattamenti di medicina estetica e chirurgia laser è possibile agire su queste in modo efficiente.

È comunque consigliato monitorare la cicatrice per almeno 3 mesi dalla formazione della ferita o dall’intervento.

Schiare le cicatrici scure: come fare?

Vi sono casi in cui a seguito di un’abrasione il tessuto cicatriziale sia al tatto normale, che quindi non presenta escrescenze tipiche dei cheloidi, ma presenta una colorazione scura.

I risultati non sono sempre belli a vedersi, a volte si possono presentare ferite scure da schiarire a seconda della causa che le ha provocate.

È possibile schiarire le cicatrici scure?

Se l’intenzione è quella di schiarire le ferite scure in modo definitivo è consigliato sempre rivolgersi ad un medico esperto del settore che saprà consigliare il trattamento più adeguato.

Purtroppo, non esistono molti rimedi per schiarire quelle scure al di fuori di laser o luce pulsata. Il laser C02 frazionato risulta essere comunque il rimedio più efficace per schiarire le ferite scure.

Rimedi naturali per schiarire le cicatrici scure

Oltre alle soluzioni prescritte dal medico, o i trattamenti a cui ci si potrebbe sottoporre, una soluzione per schiarire quelle scure potrebbe essere fare affidamento a rimedi naturali, specialmente se si tratta di una piccola lesione che non infastidisce più di tanto ma si vuole comunque provare a trattarla.

Dunque, per schiarire le cicatrici scure in modo naturale la prima soluzione prevede l’utilizzo del succo di limone, che schiarisce da pelle e provoca anche una stimolazione nella sintesi di collagene (2 in 1: schiarire la cicatrice scura e tonificare il viso).

Un piccolo accorgimento è utilizzare una buona protezione solare quando ci si espone al sole perché la pelle potrebbe essere fotosensibile a causa del succo di limone.

Tra gli altri rimedi naturali per schiarire quelle scure ricordiamo l’olio di oliva, il miele con il bicarbonato di sodio (applicati con un massaggio), l’aloe vera (componente delle migliori creme per le cicatrici), gel a base di cipolla oppure, se si hanno in casa, si può fare la pasta di cetrioli frullandoli con le foglie di menta e mischiando poi con albume sbattuto.

 

Come mantenere i risultati quando si cerca di schiarire le cicatrici scure

Innanzitutto, tra i migliori consigli che si possono dare in questi casi, è opportuno proteggere l’area danneggiata seguendo tutti i consigli dati da medico. Usare sempre creme solari che agiscono da fotoprotettori contro i dannosi raggi ultra violetti UV e prevengono la formazione di un iperpigmentazione che lascia macchie indesiderate.